Quale agricoltura garantisce la salute del Consumatore?  

Una Agricoltura Organica.

Per "ORGANICA" si intende una produzione di origine naturale, non manipolata geneticamente, ottenuta con metologie naturali, non intensive, senza additivi, esente da pesticidi, trattamenti bio-chimici che ne alterino l'intrinseco equilibrio naturale: le produzioni certificate "provenienti da agricoltura biologica" e "biodinamica" sono produzioni organiche.
La voluta e ricercata confusione tra i termini "agricoltura biologica", "agricoltura biodinamica", "
agricoltura biotecnologica", "biotecnologie", non crea altro che dubbi da parte del consumatore.
Il termine "ORGANICO" ampiamente usato per individuare qualcosa di vivo, contenente all'interno un complesso di funzioni vitali, naturali, identifica senz'altro meglio il concetto di sano, genuino.
E' ormai compreso da tutti che non Ŕ pi¨ accettabile la forzatura a cui i consumatori sono sottoposti: dover mettere nel piatto dei propri figli alimenti dai contenuti tossici, cancerogeni, allergenici ecc., per la pura speculazione della corsa al massimo profitto industriale.
Ogni tanto filtra la notizia: polli ed uova alla diossina, mucca pazza, maiali contaminati, olio cancerogeno, e quant'altro non di pubblico dominio...
FINO A QUANDO ?
Fino a quando saremo disposti ad accettare questo modello di INciviltÓ?
L'alternativa esiste: si tratta di poter scegliere per una AGRICOLTURA ORGANICA

leggi anche:
PerchŔ coltivare e allevare senza veleni - Amab


fare attenzione ai termini

Agricoltura Organica

Agricoltura industriale

  • agricoltura biologica

  • agricoltura biodinamica

  • agricoltura eubiotica

  • agricoltura biotecnologica

  • agricoltura biotech

  • biotecnologie

  • rivoluzione verde


Torna alla pagina principale